vai al contenuto principale

I LEA, Livelli Essenziali di Assistenza sanitaria (LEA) sono le prestazioni e i servizi che il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) è tenuto a garantire a tutti i cittadini, gratuitamente o in compartecipazione, grazie alle risorse raccolte attraverso il sistema fiscale.

I nuovi Lea sono stati realizzati in attuazione di quanto previsto dall’Intesa Stato-Regioni del 5 ottobre 2006 “Patto sulla salute”, e dalla legge 27 dicembre 2006, n. 296, e sono integralmente sostitutivi del DPCM 29 novembre 2001 “Definizione dei Livelli essenziali di assistenza”. Contengono numerose novità rispetto al precedente elenco di prestazioni e servizi erogati dal Ssn, per esempio il nuovo elenco dei presidi, delle protesi e degli ausili e i nuovi elenchi delle malattie croniche e delle malattie rare esentate dal pagamento del ticket.

Così recita il sito del Ministero della Salute. A tutt’oggi – e siamo nell’aprile del 2008 – in realtà i LEA stabiliti dal governo uscente non sono ancora stati approvati  dalla conferenza di stato delle regioni. Bisognerà perciò attendere che ciò avvenga nel Governo subentrato.

30/07/2008 – Nuovi LEA: Fazio promette entro il 31 ottobre 

Già oggi pomeriggio un incontro con le Regioni

Il decreto sui nuovi Lea arriverà entro il 31 ottobre. Lo ha promesso oggi il sottosegetario Ferruccio Fazio, in una conferenza stampa per fare il punto sui primi mesi di Governo in tema sanità.

Nel nuovo testo ci saranno sicuramente – ha detto Fazio – la copertura per la vaccinazione contro il papillomavirus, la diagnosi e la terapia delle malattie rare, le protesi per i disabili, con particolare riferimento ai comunicatori per i pazienti con sclerosi laterale amiotrofica. “Nessuno ha mai pensato di non garantire tali categorie”, sottolinea Fazio, ribadendo che il ritiro del decreto dell’Esecutivo Prodi sui Lea “era un atto dovuto per motivo tecnici”, visto che “non c’era ombra di copertura per gli 800 milioni di spesa che quei Lea avrebbero richiesto”.

Fazio ha annunciato che già oggi pomeriggio ci sarà un incontro ad hoc con le Regioni. Tra gli altri annunci, anche quello di un presidio sanitario a Lampedusa per gli immigrati appena sbarcati e di cure dentistiche scontate per le fasce deboli, come gli anziani.

La documentazione

Cerca